Filmati
Marcel Arland
Maurizio Calvesi
Flaminio Gualdoni
Antologica Darmstadt
10 minuti con Massimo Campigli
Flaminio Gualdoni  
  films>flaminio_gualdoni
Flaminio Gualdoni
Saggio critico



Flaminio Gualdoni








Flaminio Gualdoni (Cuggiono, Milano, 1954) è un critico e storico dell'arte italiano.
Dal 1980 insegna storia dell'arte all'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.
Dal 1988 al 1994 dirige Galleria Civica di Modena, dal 1995 al 1999 i Musei Civici di Varese, nel 2005 e 2006 la Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano.
E' commissario alla 44° Biennale di Venezia, 1990.
Cura, tra le altre, mostre museali di Osvaldo Licini, Gastone Novelli, Giuseppe Capogrossi, Salvatore Scarpitta, Mario Mafai, Jean Fautrier, Lucio Fontana, Enzo Cucchi, Urs Luthi, Jaume Plensa, George Grosz, Piero Manzoni, Marino Marini, Arnaldo Pomodoro, Giacomo Manzù, Massimo Campigli, Leonardo Cremonini, André Villers, Antoni Tàpies, Meret Oppenheim.
Dal 1985 collabora alle pagine culturali del “Corriere della Sera” e dal 2006 tiene la rubrica "Il criptico d'arte" in "Il Giornale dell'arte". Tra il 2003 e il 2009 dirige la rivista "FMR" e nel 2007 fonda "La rivista bianca FMR". Ha collaborato con rubriche d'arte a "Il Giorno", "La Domenica del Corriere", "Italia Oggi", "Gente", RAI Radio 2, RAI Radio 3. Per la trasmissione “Appunti di volo” di RAI Radio 3 nel 2002 gli è stato assegnato il "Premio Venezia alla Comunicazione" in occasione del 6° Salone dei beni e delle attività culturali, Venezia.
È stato tra i fondatori del gruppo epidemiC, www.epidemic.ws, con il quale ha partecipato nel 2001 a D.I.N.A., Salara, Bologna; 49° Esposizione Internazionale d'Arte. Platea dell'umanità, La Biennale, Venezia; El cuerpo del arte, I Bienal de Valencia; nel 2002 a I love you, Museum für Angewändte Kunst, Francoforte; nel 2003 a Ars Electronica Festival, Linz, e Transmediale, Berlino; nel 2005 a Connessioni Leggendarie Net.Art (1995-2005), Mediateca di Santa Teresa, Milano